La pigna di Pasqua

Rispondi
Avatar utente
Stella di Vega
Messaggi: 951
Iscritto il: 05/05/2016, 20:45
Località: Latina
Contatta:

La pigna di Pasqua

Messaggio da Stella di Vega » 05/04/2018, 9:36

In ritardo sul tabellino di marcia solo oggi riesco a farvi vedere cosa ho preparato per le scorse festività: la pigna pasquale. E' un dolce tipico di questo periodo molto comune nel basso Lazio e in Ciociaria ma anche in molte regioni italiane con nomi diversi. Mia nonna che era originaria delle Marche, lo chiamava Crescia. Per quanto abbia cercato di seguire il più possibile la sua ricetta, non riuscirò mai ad eguagliarla: lei lo cuoceva al forno a legna, io purtroppo non ho questa fortuna ma ho ancora vivo l'odore delle ciambelle che profumavano tutta la casa. E' proprio vero che le case dell'infanzia non ci lasciano mai e io, come spesso capita ultimamente, ne ho una grande nostalgia.

Ingredienti per una teglia a ciambella da 24 cm:

Per la pasta da riporto:

80 gr di farina 00
40 ml di latte
10 gr di zucchero
12 gr di lievito di birra
(anche meno se avrete tempo per la lievitazione)

Per l'impasto:

4 uova
280 gr di farina
130 gr di zucchero
80 gr di burro fuso (o strutto)
1 bicchierino di anice
1 bicchierino di rum
1 bustina di vanillina
un pizzico di sale
le scorze di un limone e di un'arancia
100 gr di canditi
semi di anice q.b. (facoltativi)

Per la glassa:

100 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di acqua

Per decorare:


Confettini colorati

Procedimento:

Preparare la pasta da riporto sciogliendo il lievito nel latte tiepido e aggiungere zucchero e farina. Lasciare lievitare almeno due ore o fino al raddoppio. Per un prodotto più digeribile, potreste mettere la metà del vostro lievito ed allungare i tempi di lievitazione.

Trascorso il tempo necessario, versare la pasta da riporto nella planetaria ed aggiungere la farina, tutti gli aromi e i liquori, il burro fuso, lo zucchero, il sale e le uova una alla volta. Non aggiungere l'uovo successivo se il precedente non sia stato assorbito perfettamente. Per ultimo, aggiungere i canditi e i semini di anice (io non li ho messi).

Distribuire l'impasto in una teglia a ciambella precedentemente imburrata e lasciar lievitare fino al raddoppio nel forno con luce accesa, coperto da un telo umido.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

Sformare la pigna su un piatto da portata e una volta raffreddata completamente, decorare con la glassa e i confettini colorati.

La pigna, se non consumata subito, si conserva per due-tre giorni in un sacchetto per alimenti.
pigna di pasqua.JPG
pigna di pasqua.JPG (312.67 KiB) Visto 176 volte
pigna di pasqua 1.jpg
pigna di pasqua 1.jpg (283.25 KiB) Visto 176 volte
pigna di pasqua2.jpg
pigna di pasqua2.jpg (345.57 KiB) Visto 176 volte
pigna di pasqua 3.jpg
pigna di pasqua 3.jpg (283.63 KiB) Visto 176 volte



Avatar utente
Vicky
Messaggi: 785
Iscritto il: 25/04/2016, 17:01
Località: Bari
Contatta:

Re: La pigna di Pasqua

Messaggio da Vicky » 05/04/2018, 17:56

Woww che meraviglia!! Adoro le ricette della tradizione : Love 2 : : Love 2 : : Love 2 :
"Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare"

I Pasticci della Pupa
Rispondi

Torna a “Dolci tipici delle festività”